#capitolo 1 -staypositive

Il progetto #Staypositive e’ un lavoro, ma e’ anche quello che mi fa tenere la rotta, qualsiasi cosa accada. E in questi giorni sta funzionando, per questo posso parlarne, perche’ lo sto provando.

E’ un esercizio per la mente, una palestra,  e  cerco, emtro i limiti, di non mollare, di nn’saltare’  la routine, tranne che nel weekend in cui mi dedico di piu’ all’allenamneto fisico e… a tutto quello che non riesco a fare in settimana!

#capitolo1

Per prima cosa faccio la lista. Noi donne amiamo le liste, (vedi il film ‘come fa a fare tutto’ con Sarah Jessica Parker) e questa e’ la prima e fondamentale delle liste, che rimette tutto in prospettiva: LE DIECI COSE PIU’ BELLE DELLA MA VITA

carta e penna.

E dieci cose ci sono, di sicuro. Incredibilmente, splendidamente e sorprendentemene li, una dopo l’altra. e spunta il sorriso.

(nella foto il libro del momento).

 

Annunci

Al meglio

Questo e’ l’anno migliore della mia vita. Deciso, pianificato e in realizzazione.

Per essere sempre al meglio e avere energia, ho iniziato un piano di allenamento all’aperto. Per me e’ la prima volta in cui ho voglia di raggiungere un obiettivo, sara’ l’eta’ della ragione! sto sfidando vento, mal di gola e pigrizia e mi piace sentire i muscoli che lavorano. In quest’avventura ho una perfetta partner in crime, Alessia di Thefashionsideoflaw, ci teniamo d’occhio a vicenda. piano di allenamento di ieri: 2 giri di lago; rotazione di squat, tenute, flessioni per 12 volte. e un po’ di stretching prima che venisse a piovere. Allenarsi al laghetto nel centro di Roma poi aggiunge la giusta dose di relax e positivita’. Next challenge: migliorare l’alimentazione e diminuire la caffeina. Un passo alla volta.

E per ricordami sempre la giusta tecnica, ripasso: http://youtu.be/rXJzj9K3sxU

come essere felice: il progetto

Essere felice e’ uno stato naturale? chi e’ felice e ha un approccio positivo alla vita esercita in realta’ un costante allenamento, cosciente o no, nell’atteggiamento.

E’ incredibile infatti quanto sia facile indursi alla negativita’ e quanto al contrario sia facile, ma piu’ raro, indursi alla positivita’. La realta’ e’ che il processo che mettiamo in atto e’ esattamente lo stesso.

Ho sperimentato, e sto sprimentando questo su me stessa e voglio condividere questa esperienza, questo allenamento.

Allenamento e’ una parola chiave, esercitiamo il nostro fisico in palestra (io in realta’ n 😂) e lo troviamo pronto ed energico quando serve, allo stesso modo se alleniamo la nostra mente ogni giorno, avremo le  risorse per attinagere all’energia positiva necessaria costantemente ma, se non siamo costanti ogni volta ci sembrera’ di scalare una montagna. La prime regola del progetto e’: costanza. Nel prossimo post la mia routine di allenamento mentale…. #staypositive ! IMG_6214-1

Welcome Autumn, welcome cosy dinners at home

FullSizeRender_4  Aprire questo libro è essere trasportati in un mondo di immagini a metà tra il moderno e gli anni ’50 e la signora, con il suo maglioncini pastello, le sue collane di perle e i foulard sorride qua e là tra le pagine.

La signora in questione è Mary Berry e il libro è il suo “cookery course”, acquistato lo scorso anno a Dublino inebriata ed inspirata dagli scones, soda bread e teas in piccoli caffè lungo i porticcioli della costa Irlandese. In Italia Mary è conosciuta soprattutto per essere giudice di Bake Off UK, trasmesso da Real Time.

FullSizeRender_3La signora non fa solo dolci ma in questo libro illustra tutte le ricette della classica tradizione anglosassone, che io, nemmeno a dirlo, ho nel sangue. Le sue ricette, quelle che per ora ho provato, sono incredibilmente precise; anche quella degli scones che per la prima volta non sono usciti dal forno con il peso specifico del piombo 🙂

Qualche sera fa avevamo voglia di qualcosa di “cosy”  (e volevamo anche utilizzare in modo non tradizionale qualche braciola di maiale ormai scongelata) e la ricetta della Pie con carne e funghi è stata perfetta. La ricetta originale prevedeva pollo ma si può utilizzare qualsiasi tipo di carne a mio avviso. Le dosi sono variabili, dipende dalla grandezza della pirofila che infornerete; la mia è piuttosto grande quindi ho aggiunto ingredienti in proporzione.FullSizeRender_1

  • 50g burro
  • 2 porri grandi (anche cipollotti)
  • 50g farina
  • 300 ml latte
  • 300 ml brodo di pollo caldo
  • 1 cucchiaio di senape
  • estragone – 1 cucchiaio (non l’avevo in casa e il Lauro è andato benissimo)
  • 500g di carne tagliata
  • 250g funghi  tagliati, salati e pepati
  • 500g formaggio cheddar (in italia tipo Edammer)
  • rotolo di pasta sfoglia pronta (a meno che non vogliate farla in casa) e un uovo battuto per lucidarla

1- si comincia scaldando il forno a 200° e soffriggendo i cipollotti nel burro dierttamente nella pirofila. Qui poi la ricetta prevede di fare una “pappa” a parte con latte e farina, per poi versarla nella pentola, ma sconsiglio questo passaggio, i grumi non si scioglieranno più! piuttosto setacciate la farina e aggiungete il latte poco a poco direttamente in pentola.

2-aggiungere la mostarda, l’estragone e funghi cuocendo per 2 minuti. Condire con sale e pepe prima di aggiungere la carne. Togliere dal fuoco e aggiungere il formaggio mescolando.

3- Ricoprire con la pasta sfoglia inumidendo i bosrdi della pirofila per far attaccare bene la pasta. La decorazione è a piacere con i ritagli di pasta. Spennellare con l’uovo sbattuto (tutto, non solo il rosso) e con la punta del coltello forare il centro.

4- Infornare per circa 35 minuti o comunque finchè la pasta sfoglia non sia dorata e croccanteFullSizeRender_2